sabatini-ter

NORMATIVA BENI STRUMENTALI

Nuova Sabatini TER

Art. 1 commi 52 e seguenti, legge del 11 dicembre 2016 n° 232/2016 (legge di bilancio 2017)

CHE COS’E’

Lo strumento agevolativo definito in breve “Beni strumentali – Nuova Sabatini”, istituito dal decreto-legge del Fare (art. 2 decreto legge n° 69/2013), è finalizzato ad accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese e migliorare l’accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese (PMI) per l’acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature.

Con la Legge 11 dicembre 2016, n. 232 (legge di bilancio 2017) è stato prorogato al 31 dicembre 2018 il termine per la concessione dei finanziamenti per l’acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature da parte delle piccole e medie imprese. Conseguentemente, il plafond di Cdp (*) è stato incrementato fino a 7 miliardi di euro e sono stati stanziati ulteriori 560 milioni di euro, relativamente agli anni 2017- 2023, per la corresponsione dei contributi a favore delle PMI.

(*) Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. che ha costituito il plafond di provvista.

IN COSA CONSISTE

La Sabatini Ter consiste nella concessione a Piccole Medie Imprese di usufruire di un contributo che copre parte degli interessi a loro carico su finanziamenti bancari o leasing.

I macchinari prodotti da Gigant Italia srl hanno le caratteristiche per poter beneficiare del contributo

CHI PREDISPONE IL PLAFOND: La Cassa Depositi e Prestiti S.p.A.

CHI CONCEDE IL CONTRIBUTO: MiSE (Ministero dello Sviluppo Economico)

CHI EROGA IL CONTRIBUTO: le banche e società di leasing che hanno aderito all’Addendum alle Convenzioni MISE-ABI-CdP

LIMITE FINANZIAMENTO: da €20.000 fino a €2 mln

IL CONTRIBUTO: E’ pari al 2,75% di interessi all’anno per 5 anni calcolati su un investimento.

Le PMI possono beneficiare della garanzia del Fondo di garanzia delle piccole medie imprese, chiedendo un finanziamento bancario, con priorità di accesso, beneficiando del contributo fino alla misura massima prevista dalla vigente normativa (80% dell’ammontare del finanziamento).

Fonte: http://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php/it/incentivi/impresa/beni-strumentali-nuova-sabatini

ITER DELLE IMPRESE PER LA RICHIESTA

Presentazione domanda:

Presso ciascuna banca/società di leasing aderente alla convenzione, la quale può utilizzare, previa informativa all’impresa, sia la provvista della Cassa Depositi e Prestiti, che quella derivante da altra fonte.

Prenotazione contributo:

La richiesta di prenotazione del contributo viene effettuata, una sola volta su base mensile ed entro il giorno 6, dalle banche/società di leasing direttamente al MISE il quale, verificata la disponibilità delle risorse, trasmette comunicazione di avvenuta prenotazione.

Trasmissione delibere:

Le banche/società di leasing trasmettono al MISE, anche per singolo finanziamento deliberato, le domande ricevute e la relativa documentazione allegata.

Ultimazione investimento:

La dichiarazione di ultimazione investimento e la richiesta di erogazione della prima quota di contributo devono essere sottoscritte unicamente dal legale rappresentante dell’impresa;

Termini perentori per le tempistiche di completamento dell’investimento, di trasmissione della dichiarazione di ultimazione dell’investimento e di trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota di contributo, pena la revoca dell’agevolazione.

gitneeds